<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=1048508365214708&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">

Conversion Marketing Blog

Cerca nel sito

Come ottenere migliori risultati dagli eventi live!

eventi_live

Per rimanere nel cuore dei consumers, ogni brand, anche il più conosciuto, deve mantenere un flusso costante di momenti di contatto con il proprio pubblico attraverso molteplici canali. Tra i più efficaci metteremo sicuramente gli eventi live.

Quando realizzati correttamente, gli eventi live sono una tecnica di successo per il marketing. Spesso però assistiamo ad eventi noiosi, sicuramente datati, senza fantasia… ciò di cui molti brands hanno oggi bisogno è la capacità di reinventarsi i loro eventi live. E questo è possibile ottenerlo solamente con una rinnovata mentalità di approccio all’event design.

Vi proponiamo 5 consigli per aiutarvi a pensare in modo differente ai vostri eventi live:

1. Analizziamo il nostro consueto evento annuale: anche un evento ha un suo ciclo di vita, proprio come un business o un prodotto. Dopo la fase di maturità arriverà inesorabilmente la fase di declino. Non importa quanto sia stato popolare, non importa da quanto tempo faccia parte delle tradizioni aziendali, tutti gli eventi live hanno bisogno di un rinnovamento periodico per non cadere nella fase di declino.

Prima del nostro prossimo evento dedichiamo allora del tempo a “destrutturare” il suo tradizionale svolgimento.

Qual è lo scopo del nostro evento live?

Cosa intendiamo per un evento di successo? Come possiamo far passare al meglio l’immagine del nostro brand?

Analizziamo tutti questi elementi e verifichiamo se essi sono in grado di supportare un’esperienza che trasmetta l’essenza del brand. Ad esempio: meglio una serie di discorsi dell’Amministratore Delegato e degli altri executives o piuttosto due minuti di un video divertente e coinvolgente? Meglio una colazione  formale o stile pranzo di famiglia per incoraggiare le connessioni individuali?

Non devono esistere elementi fissi ed immutabili quando si studia il planning di un evento live.

2. Personalizziamo il più possibile: spesso le aziende si dimenticano che ricevere un invito è qualcosa di personale. Questa è l’impronta che dobbiamo dare ai nostri inviti. Devono essere percepiti come personali e soprattutto non avere l’identico layout di quelli degli anni passati.

3. Coinvolgiamo i cinque sensi: gli eventi live ci danno l’opportunità di coinvolgere i nostri cinque sensi. Questo coinvolgimento ha un forte impatto sulle emozioni dei partecipanti che si traduce nel rafforzamento della memoria dell’evento a cui hanno preso parte. Le emozioni sono la chiave per influenzare l’awareness e la loyalty verso il marchio.

Ad esempio se il nostro evento deve seguire il tema tropicale, il profumo di noce di cocco all’ingresso della location introdurrà efficacemente l’atmosfera che si vuole creare e si legherà al ricordo dell’evento.

4. Evitiamo di essere scontati: molti eventi live sembrano seguire una formula standard. Un evento di fundraising pone sempre una richiesta al suo termine. La carica più alta dell’azienda tiene sempre un discorso di benvenuto. Perché? Perché è stato un successo per molti anni ed ora tutti se lo aspettano. Ma deve proprio essere così?

Ad esempio un CEO che tiene un discorso informale, che cerca con gli ospiti una connessione diretta e personale lascia un ricordo diverso a chi ha partecipato all’evento live. L’ospite si sente “speciale” e porterà con se una positiva impressione del brand.

5. impariamo ad essere ospiti eccezionali: pochi tratterebbero gli ospiti che ricevono a casa loro come trattano gli invitati ad un evento. Dimentichiamo l’importanza della “guest experience”. Ogni momento di un evento live andrebbe analizzato dal punto di vista dell’ospite. Dal momento dell’arrivo fino al termine della manifestazione. Il nostro brand è “on stage” per tutta la durata dell’evento.

Live & Digital: 5 passi per integrare i tuoi Eventi.


Topic

Visualizza tutti >
Go to Top