Conversion Marketing Blog

Cerca nel sito

Alberto Rossi | 06/07/2017 | Topics: conversion marketing

Il Conversion marketing che fa venire fame!

Il Conversion marketing che fa venire fame.png 

Ormai l’engagement è fatto di esperienze, la comunicazione passa dall’esperienze, le storie che si raccontano sono esperienze. La competizione non si fa più tra prodotti ma su come i brand sono in grado di creare esperienze, ricordi positivi e valori condivisi con le persone.

Noi di Conversion che vogliamo diffondere la cultura della conversione in Italia, ci chiediamo ogni giorno come possiamo migliorare ciò che facciamo nell’ottica di creare e consolidare le relazioni con i propri consumatori.

Perché poi conversion marketing è tutto ciò che avvicina e lega a sé che passi attraverso un advertising, un evento o una campagna digital o una promozione in-store.

Quello che fa la differenza è l’integrazione e l’approccio alla conversione. E’ una filosofia che ha regole e confini, ma anche tanta sperimentazione con un solo obiettivo.

Nel nostro Conversion marketing Case History channel raccontiamo ogni volta casi diversi che per un motivo o per l’altro hanno saputo usare questo approccio nell’attività che stavano promuovendo. Vediamone due legati al mondo del food.

 

Il Conversion Marketing funziona ancora meglio con un engagement davvero goloso!

Si può mangiare internet? Secondo Herhey’s, colosso mondiale dell’industria dolciaria, si può. Ecco perché ha lanciato la campagna EATERNET.

eaternet-hed-2017.jpg

La campagna consiste nel riempire il sito del brand di oggetti realizzati in cioccolato, come occhiali da sole, emoji, monumenti, oggetti sportivi e molto altro.

Il funzionamento dell’operazione è molto semplice: acquistando una barretta di cioccolato Hershey’s e iscrivendosi al sito con il codice trovato sull’involucro, il consumatore ha la possibilità di votare il proprio oggetto di cioccolato preferito e sperare di essere sorteggiato per ricevere direttamente a casa la golosa vincita.

La campagna ha distribuito due tonnellate di oggetti di cioccolato, con un grande ritorno in awareness e un successo complessivo inaspettato che ha coinvolto oltre 20 milioni di persone e ha ottenuto un aumento delle vendite del 20%.

La strategia di donare alcuni oggetti di cioccolato personalizzato ad alcuni personaggi popolari dei social network, ha avuto un grande ritorno sui social, come nel caso del blogger Hugo Gloss, che ha prontamente condiviso con i suoi follower il regalo ricevuto.

Con questa campagna, Hershey’s ci dimostra come il mix tra creatività e conversione possa creare un engagement che arriva a raggiungere grandi numeri in termini di awareness e visibilità. Una conversione che più dolce non si può.

 

 

Scaldate i polpastrelli e il palato con questo experience marketing.

Conquistare imperi, vincere guerre o correre per 90 minuti può mettere una certa fame e Burger King ha preso la palla al volo facendo un assist a Play Station in una combinazione vincente.

maxresdefault.jpg

La famosa catena di ristorazione fast food infatti, sta cercando di inserirsi in quelle lunghe e dure sessioni di gaming online nel mondo degli assidui giocatori.

Per raggiungere questo scopo ha dato vita a una collaborazione con Play Station 4: nasce così il Burger Clan.

Nei weekend dal 28 aprile al 21 maggio gli assidui frequentatori spagnoli della console di Sony potranno giocare con famosi gamer top player (tra cui il campione di FIFA Alfonso Ramos Cuevas o Robert Abreau di Call of Duty) che potranno aiutare o sfidare gli utenti. Il Burger Clan avrà anche lo scopo di prendere l’ordine del menu recapitando a casa degli utenti un bel Whopper.

Il funzionamento? Un gioco da ragazzi: aggiungi il tuo profilo PSN al tuo account di consegna Burger King, chiedi l’amicizia ai giocatori del Burger Clan e giocando con loro e potrai ordinare un Whopper e patatine fritte senza lasciare il controller.

Bianca Shen Leme, direttore marketing del marchio Burger King in Spagna, ha commentato con molta soddisfazione l’operazione: l'idea innovativa del Burger Clan è una disgregazione creativa sia nei mondi di consegna a domicilio sia nel mondo delle console. Alla base un grande equilibrio tra utile e divertente, un modo diverso e alternativo che rispecchia a pieno il tono dell’azienda.

La catena fast food, è stata la prima della categoria a offrire consegna a domicilio e per il momento l’operazione è limitata in territorio spagnolo, ma sembra destinata ad accedere al livello successivo espandendosi anche in altri territori.

Per tutti coloro che non giocano con il cibo è arrivato il momento di ricredersi, impugnare il proprio controller e scaldare i polpastrelli in attesa di un Whopper da top player.

Stay Tuned!

ebook_conversion_sinequanon

 


Post recenti

Topic

Visualizza tutti >
Go to Top