IN-STORE PROMOTION: L’ENGAGEMENT È CENTRALE PER FARE SELL OUT

  • GALLERY_2.png
  • GALLERY_1.png
  • gallery_3.jpg
  • gallery_1.jpg
  • GALLERY_3.png
  • GALLERY_4.png
  • GALLERY_5.png
  • GALLERY_2-1.png

Le in-store promotion sono occasioni preziose per il brand, perché può entrare direttamente in contatto con il target. Per renderle davvero efficaci, è importante concepirle e idearle come forme di intrattenimento ed engagement che non interrompano il percorso d’acquisto, ma vadano piuttosto a incuriosire e intrattenere il consumatore o comunque a offrirgli un valore aggiunto. Sono sempre questi i cardini su cui noi di Conversion costruiamo i nostri progetti di in-store promotion per i clienti.

Per Heinken Birra Moretti Calcio abbiamo sfruttato uno dei territori presidiati dalla marca, quello del calcio appunto, facendolo vivere sul punto vendita con un’attività capace di sostenere anche il sell-out: sono state infatti ideate una serie di attività modulari, in grado di adattarsi alle dimensioni dei diversi ipermercati coinvolti, in cui i consumatori potevano mettersi alla prova con il pallone e poi scattare una foto con un’icona importante della marca, il divano Birra Moretti.

Anche per Coca-Cola abbiamo lavorato su una in-store promotion in ambito calcistico, questa volta in occasione degli Europei 2016. Con un rigore da calciare e una photo opportunity a tema, i consumatori sono stati ingaggiati in un’area arricchita da allestimenti a tema calcio, costruiti grazie alle lattine di Coca-Cola.

L’in-store promotion NIVEA che abbiamo realizzato, invece, ha utilizzato come elemento centrale il grande classico del cruciverba, in versione maxi, per un engagement semplice ma di grande impatto. In un’atmosfera ludica, questo ha svolto al contempo la funzione di meccanica di intrattenimento ed elemento di impatto a livello di allestimento.

Per Bulgari invece, abbiamo sviluppato un’attività di consumer engagement di prestigio, con hostess e stewart in abito da sera all’esterno del punto vendita che invitavano i consumatori a entrare per vivere un’esperienza premium. Negli shop Sephora, infatti, era prevista la prova del nuovo profumo Aqua Divina con l’offerta di deliziosi cioccolatini; tutte coloro che poi procedevano all’acquisto potevano personalizzare il proprio profuno con una serigrafia, per renderlo ancora più prezioso, e vivere da protagoniste: un photoshooting con accessori moda Bulgari, scattato da un fotografo professionista.

Si tratta di ottimi esempi di come il paradigma dell’in-store promotion sia uno e uno solo: offrire al target un’esperienza completa e interessante in cambio del suo tempo. Nel momento in cui il consumatore sceglie di dedicare a un brand la sua attenzione, ripagarlo con un engagement accattivante e non con un semplice tentativo di vendita push è ormai un’esigenza irrinunciabile.

 

Concorsi online: i nuovi trend
eBook: Top 50 Brand Engagement Case History
Go to Top